Alessandro Manzo (1913 – 1994)

6fbcfc35-5e3b-40f3-9b72-5fd7cf69f85dNasce a Termini Imerese (Palermo) il 24 ottobre 1913, quarto di cinque figli di un piccolo industriale del marmo. A contatto con gli scalpellini e gli scultori del laboratorio del padre iniziò la sua vocazione di scultore.

Frequentò i corsi dell’Istituto d’Arte e dell’Accademia di Belle Arti di Palermo con la guida di Salvatore Cottone, Onofrio Tomaselli, Manlio Giarrizzo, Paolo Bevilacqua, Antonio Ugo e Archimede Campini.

Sin dalle prime classi emerse fra i più promettenti allievi vincendo le borse di studio sia all’Istituto d’Arte che all’Accademia di Belle Arti.

Ha incominciato a esporre a circa vent’anni.

Nel 1937 prese parte al Pensionato Nazionale di Scultura e, dopo aver superato brillantemente la prima prova, è stato encomiato nella prova definitiva dallo sculture Arturo Dazzi, componente la commissione giudicatrice.

E’ stato titolare di una cattedra all’Istituto d’Arte di Palermo per l’insegnamento della scultura.

Muore a Palermo il 29 Luglio 1994.

La citta natìa di Termini Imerese gli ha intitolato una strada.

*******

Lo scultore Alessandro Manzo è autore di numerosissime opere scultoree molte delle quali hanno meritato premi e critiche favorevoli di diverse personalità nel settore. 

– Grande altorilievo in bronzo (di m. 2,40 x 2,00) con scena simbolica di ispirazione sacra – Edicola Dott. Balsamo – Termini Imerese 1939 
– Numero 4 pannelli in altorilievo (di m. 1,50 x 1,20) in arenaria di Bagheria per il prospetto della sede del Banco di Sicilia – Bagheria 1952 
– Grande bassorilievo colorato(di m. 8 x3) per il salone principale della Fabbrica di Argenterie ” Lupo” – Palermo 1952 
– “Via crucis” per la chiesa monumentale ” La Magione” – Palermo 1954 
– Numero 6 formelle in bassorilievo (di circa m. 1 x 1) con episodi della vita di Cristo e, un Crocifisso a tuttotondo – Cappella Stazione Centrale di Palermo – 1955 
– “Via Crucis” Chiesa Parrocchiale di San Michele – Palermo 1955 
– Sistemazione della Rocca del Castello (terrazze, scalinate, etc.) sul Piano Belvedere in collaborazione con l’arch. Caruso – Termini Imerese 1956 
– “Via Crucis” Chiesa Parrocchiale Rione Aldisio in Gela 1957 
– “Via Crucis” Cappella privata On. Franco Restivo – Messina 1957 
– Statua raffigurante Eva proprietà On. Romano – Palermo 1958 
– Statue di San Francesco di Paola e S. Oliva (di m. 2,30 di altezza) realizzate per il prospetto della Chiesa monumentale di S. Francesco di Paola – Palermo 1958 
– “Via Crucis” Chiesa parrocchiale di S. Raffaele (eseguita in legno da A. Raglia) – Palermo 1958 
– Pala d’altare raffigurante S. Sebastiano (di m. 1,60 di altezza) e simboli delle varie armi (o dei vari corpi) in altorilievo per la Casa-Madre Mutilati di Caltanissetta – 1958 
– “Via Crucis” per il Monumentale Duomo di Cefalù – 1959 
– “Via Crucis” Borgo “Enrico La Loggia” – Agrigento – 1959 
– “Via Crucis” Chiesa dei Cappuccini di Partitico realizzata in legno (con la collaborazione di A. Ragolia) – Partitico (Palermo) 1960 
– Pala d’altare dipinta ad olio (di m. 4,30 x 2,80) raffigurante S. Giuseppe e “Via Crucis” per la Chiesa di Grancifone – Agrigento 1961 
– Statua della Madonna (in bronzo alt. m. 1,30) per il giardino sacrato della Chiesa monumentale “La Magione” – Palermo 1961 
– Grande fregio in bronzo (bassorilievo di m. 3 x 1) per l’edicola “Scianna” – Bagheria 1962 
– “Via Crucis” Cappella dell’Istituto Salesiano “Don Bosco” – Palermo 1962 
– “Via Crucis Chiesa Parrocchiale di S. Lucia – Palermo 1963 
– Grande statua in bronzo (di m. 3,50 di altezza) raffigurante S. Francesco per il sacrato della Chiesa di S. Francesco – Termini Imerese 1964 
– “Via Crucis” per la Chiesa monumentale Maria Assunta (Vecchia Parrocchia) Castelbuono – (Palermo) 1970 
– Altorilievo dedicato all’eroico carabiniere Salvo D’Acquisto per il “Museo Storico della Lotta di Liberazione” – Roma 1973 
– Restauro di due statue della fontana Pretoria (Diana e Venere Verticordia) ricostruzione dei pezzi mancanti (da trasporre in marmo) – Palermo 1979 
– Grande bassorilievo in bronzo raffigurante la preghiera di S. Bernardo alla Vergine per l’edicola “Fam. Bondì” – Piazza Armerina – (Enna) 1978 

 

Advertisements